Firmate le ordinanze 3892 e 3893: tasse di successione, cessione dei mutui a Fintecna e avvalimento di Abruzzo Engineering sono le novità principali PDF Stampa E-mail
Notizie - Ultime
Lunedì 16 Agosto 2010 10:09


Riprendiamo dal sito del Dipartimento della Protezione Civile e ripubblichiamo.

 

O.P.C.M. n. 3892 del 13 agosto 2010 

 

Le successioni ereditarie di persone che hanno perso la vita a causa del sisma, per gli eredi con parentela di primo grado, sono esenti da tutte le imposte –  di successione, ipotecarie e catastali – e da ogni altra tassa o diritto.  (art.1) 

Per la prosecuzione delle attività di rispettiva competenza: 

Fino al 31 dicembre 2010 il Provveditore Interregionale alle Opere pubbliche per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna - nominato soggetto attuatore dal decreto n. 39 convertito nella legge n.77 del 24 giugno – è autorizzato a svolgere lavoro straordinario avvalendosi di un massimo di 47 unità di personale. (art.2) 

Fino al 31 dicembre 2010 il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è autorizzato a garantire supporto operativo con una struttura di 124 unità di personale, con turni da 16 ore, a supporto dell’attività di ricostruzione nei territori colpiti dal terremoto. (art.3) 

Fino al 30 settembre 2010 il Ministero della Difesa è autorizzato a prorogare l’impiego di personale, nel limite di 350 unità,  per assicurare il presidio dell’ordine pubblico nei centri storici e negli insediamenti dei Comuni del ‘cratere sismico’. (art.4) 

La domanda per il subentro dello Stato nel debito che deriva da finanziamenti preesistenti - garantiti da immobili distrutti dal terremoto del 6 aprile adibiti ad abitazione principale – deve pervenire a Fintecna spa entro 120 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del provvedimento, per una migliore programmazione delle risorse finanziarie previste dall’articolo 3 comma 6 del decreto n. 39 convertito nella legge n.77 del 24 giugno.(art.5) 

Per il contenimento delle spese inerenti alle attività del Dipartimento della Protezione Civile, sono soppressi gli articoli 5 comma 4 dell’ordinanza n. 3754 e l’articolo 10 comma 6 dell’ordinanza n. 3755, riguardanti il trattamento economico del personale impegnato in Abruzzo. (art.6) 

 

O.P.C.M. n. 3893 del 13 agosto 2010  

 

Il provvedimento consente al Comune dell’Aquila di avvalersi – nell’attesa dello svolgimento di procedure di gare per l’assegnazione di questi servizi – di “Abruzzo Engineering” fino al 31 dicembre 2010 sulla base di una convenzione  nel limite massimo di 1.080.000 euro, e di prorogare, sempre al 31 dicembre, la convenzione stipulata in base alla ordinanza 3784 sempre con “Abruzzo Engineering” nel limite massimo di 490.000 euro (art. 1).

 

Il provvedimento prevede inoltre che anche la Provincia dell’Aquila possa prorogare fino al 31 dicembre 2010 la convenzione già stipulata - in base all’ordinanza n. 3813 - con la stessa società regionale. La spesa relativa alla proroga è di massimo 400.000 euro (art. 2). 

 

Il Commissario delegato - Presidente della Regione Abruzzo, il Vice Commissario -  Sindaco dell’Aquila - e il Presidente della Provincia dell’Aquila devono inoltre presentare una dettagliata relazione al Dipartimento della Protezione Civile e al Ministero dell’economia e delle finanze entro il 30 settembre 2010 sull’impiego del personale assunto in base alle ordinanze adottate per il superamento dell’emergenza, compreso quello impiegato nell’ambito delle convenzioni stipulate con “Abruzzo Engineering”, specificando le mansioni, le attività svolte, i corrispettivi erogati e i risultati raggiunti (art. 3). 

 

Fonte: sito web del Dipartimento della Protezione Civile

 

Tags comune
Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Agosto 2010 12:48