Rilevazione dei fabbisogni abitativi all'Aquila: i dati definitivi PDF Stampa E-mail
Notizie - Censimento dei danni
Giovedì 20 Agosto 2009 20:54
 
Riprendiamo dal sito internet del Dipartimento della Protezione Civile e ripubblichiamo.

Si è conclusa in questi giorni l'analisi dei dati sugli ultimi moduli di rilevazione delle esigenze abitative dei cittadini aquilani che hanno la casa E, F o in zona rossa.

Sono 16.108 in totale i moduli protocollati, che restituiscono la fotografia delle esigenze di 36.352 persone. I primi risultati, ancora parziali, erano stati pubblicati su questo sito lo scorso 11 agosto ma solo oggi, con l’acquisizione di più di 3000 moduli spediti con raccomandata a/r, la Protezione Civile e il Comune dell’Aquila possono divulgare i dati definitivi della rilevazione.

Un dato importante riguarda l’attuale sistemazione dei cittadini aquilani considerati dal censimento: il 17% risulta ospitato nelle aree di accoglienza, il 25% nelle strutture ricettive della costa, mentre il 58% ha trovato autonomamente una sistemazione.

Da un punto di vista anagrafico, sono circa 3mila le persone che hanno più di 75 anni, un numero molto vicino alle quasi 4000 comprese nella fascia di età 0-19 anni. Questo dato può essere accostato a quello sulla composizione dei nuclei familiari: dalla rilevazione emerge infatti che il 33% è composto da una sola persona, il 27% da due, il 19% da tre, con percentuali che scendono per famiglie più numerose. Inoltre, la maggior parte degli aquilani – con il 57% - è proprietario della casa in cui abitava; a seguire, il 26% è in affitto. Ridotta infine al 6% la percentuale dei cittadini Ue o Extra Ue.

Il censimento è stato anche l’occasione per i cittadini aquilani di esprimere la preferenza tra le tre soluzioni temporanee disponibili. Il 64%, cioè 8.671 sottoscrittori del modulo, dichiara di preferire per sé e per la propria famiglia la sistemazione in una casa del progetto C.A.S.E., il 32%, ossia 4.237 sottoscrittori, preferisce il CAS, Contributo di Autonoma Sistemazione, mentre un residuo 4% dichiara che preferirebbe uno degli appartamenti in affitto messi a disposizione dallo Stato.

Interessante infine il dato relativo alle richieste di alloggio universitario: in tutto, sono 2.516, una quota significativa che indica anche la fiducia dei giovani in una rapida ripresa dell’Università aquilana.
 
 
Fonte: sito internet del Dipartimento della Protezione Civile. 
 
Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Agosto 2009 21:14