Alcune cose da sapere sul riallaccio del gas PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti per le fasi di ristoro dei danni
Domenica 07 Giugno 2009 14:55
Riceviamo dal Dott. Massimo BUSINO, coordinatore di Linea Amica Abruzzo, alcuni chiarimenti relativi al riallaccio alla rete gas metano attraverso la procedura volontaria gratuita, che è bene conoscere.

D. Cosa devo fare per riattivare l'utenza gas del mio immobile?
R. Per poter riportare il gas nelle singole unità immobiliari, condomini, attività produttive, è necessario che l'immobile sia agibile di classe A e che sia stata eseguita con esito positivo la "prova di tenuta", ossia che sia stato verificato che non ci siano perdite nell'impianto. Ad esito positivo della prova, se nella zona è stata ripristinata la rete di distribuzione ENEL RETE GAS, il cittadino potrà chiedere al n° verde 800997710 di ENEL RETE GAS l'appuntamento per la riattivazione della fornitura nell'immobile. Successivamente bisognerà fare la prova fumi e mandare comunicazione ad ENEL RETE GAS entro 30 giorni dal ripristino della fornitura.

D. Chi mi esegue le prove di tenuta e quella dei fumi? E devo pagare?
R. Il Comune ha attivato una convenzione con associazioni di categoria per mettere a disposizione dei cittadini squadre di verificatori convenzionati che non faranno pagare nulla ai cittadini per l'esecuzione delle prove di tenuta e delle prove dei fumi, alla fine delle quali rilasciano apposita certificazione.

D. Chi mi comunica che il mio immobile è agibile di classe A?
R. La comunicazione dell'agibilità classe A del proprio immobile, fabbricato o condominio, attività produttiva avviene da parte del Comune su delle liste pubblicate on-line sul suo sito internet; è cura del proprietario riconoscersi su tali liste, che salvaguardano i dati sensibili.

D. Mi sono riconosciuto classe A nelle liste pubblicate dal Comune. Come attivo la procedura volontaria in convenzione per la riattivazione dell'utenza gas?
R. È necessario telefonare a LINEA AMICA BRUZZO ai numeri 803001 - 06828881 dalle 9 alle 18 da Lunedì a Venerdì, e anche sabato domenica e festivi al nuovo numero 06828885. Questo si rende necessario perché nella maggior parte dei casi, il Comune non ha disponibilità nei suoi censimenti dei numeri di telefono da fornire a Linea Amica Abruzzo per poter contattare i proprietari degli immobili

D. Sono passati nella mia zona e pur essendo di classe A non mi è stato verificato l'impianto, cosa devo fare?
R. Bisogna chiamare LINEA AMICA ABRUZZO e lasciare i propri numeri di telefono; la cosa più probabile infatti è che LINEA AMICA ABRUZZO non abbia il numero telefonico per contattare il proprietario. A quel punto le squadre ritorneranno nel più breve tempo possibile (pochi giorni) nelle zone dove sono già passate, mano a mano che i numeri telefonici mancanti verranno comunicati dagli stessi proprietari ai numeri di LINEA AMICA ABRUZZO

D. Mi è stato dato per la verifica impianto una fascia oraria 9 -18 perché non è possibile un appuntamento specifico?
R. Non è possibile dare appuntamenti orari specifici sia per l'elevato numero di utenze da verificare, sia perché non è possibile fare una pianificazione ordinata per zone, dato l'elevato numero di utenze telefoniche mancanti; infine anche perché spesso le squadre sul posto trovano più impianti da verificare di quelli presenti nella loro lista; questo succede quando ci sono utenti avvisati all'ultimo momento "dal passa parola" di vicini o parenti, o immobili che hanno più utenze ma non è stato comunicato a Linea Amica Abruzzo

D: Ho fatto le prove di tenuta ma ENEL RETE GAS ancora non mi ha ripristinato la fornitura, cosa devo fare?
R. Bisogna attendere che ENEL RETE GAS abbia verificato la sua rete di distribuzione; le prove di tenuta degli impianti vengono fatte anche in aree dove tale rete non è ancora stata verificata.
Fonte: Dott. Massimo Busino, coordinatore Linae Amica Abruzzo.
Tags comune
Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Giugno 2009 15:28