Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
CARISPAQ aderisce al protocollo per la sospensione dei debiti delle PMI verso il sistema creditizio. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Mercoledì 19 Agosto 2009 17:02
 
La Carispaq ha aderito all’accordo tra Governo, Abi e associazioni di categoria per la moratoria dei debiti delle piccole e medie imprese. L’accordo consente alle aziende di sospendere per 12 mesi il pagamento della quota capitale della rata di mutuo e leasing immobiliare, per 6 mesi quella di leasing mobiliare nei confronti del sistema creditizio e di prorogare a 270 giorni la scadenza dei crediti a breve termine per tutte le operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili. Non è previsto, per le imprese aderenti all’iniziativa, nessun aggravio di oneri o costi aggiuntivi e  nemmeno garanzie supplementari sul credito concesso originariamente.

Con l’adesione a questo accordo la Carispaq vuole dare un ulteriore e concreto aiuto, in un momento assai difficile reso ancora più grave dal terremoto, alle piccole e medie imprese della regione che stanno attraversando difficoltà, con l’intento di aiutarle a superare l’attuale congiuntura negativa. 
 
Fonte: Ufficio stampa Cassa di risparmio della provincia dell'Aquila.  
Tags banche
Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Agosto 2009 17:06
 
I documenti principali. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Mercoledì 19 Agosto 2009 01:00

 

Crediamo di rendere un servizio utile indicando, in un unica pagina, i documenti principali pubblicati nel corso di questi mesi. L'elenco non è esaustivo, ma si tratta di una sintesi significativa.
Per un elenco più esaustivo consigliamo la consultazione della sezione Atti e Documenti del sito internet del Dipartimento della Protezione Civile.

 

Novità per le riparazioni degli edifici B e C, per le seconde case date in affitto e molto altro ancora.
Ordinanza n. 3803 del 5 gosto 2009

 

Disposizioni urgenti di Protezione Civile - Proroga del decorso dei termini di legge.
Ordinanza n. 3799 del 6 agosto 2009

 

Ulteriori misure nelle aree colpite dal terremoto (contiene misure oper il rimbosro dei traslochi e l'aumento del contributo per autonoma sistemazione) e lo slittamento dei termini per la presentazione delle domande per le case B e C.
Ordinanza n. 3797 del 30 luglio 2009

 

"Ricostruzione pesante": contributo per la riparazione, ricostruzione o sostituzione di edifici inagibili di tipo E
Ordinanza n.3790 del 9 luglio 2009

 

Indennizzi alle attività produttive (ricordiamo che contiene anche provvedimenti anche per i privati quali il rimborso per i mobili distrutti) 
Ordinanza n.3789 del 9 luglio 2009

 

Soluzioni abitative provvisorie, ricostruzione leggera, sospensioni e altre disposizioni 
Ordinanza n.3784 del 25 giugno 2009

 

Censimento danni al patrimonio culturale, energia elettrica e gas, edilizia scolastica e altri interventi urgenti 
Ordinanza n.3782 del 17 giugno 2009

 

"Ricostruzione leggera": contributo per le riparazioni di edifici di tipo B e C 
Ordinanza n.3779 del 6 giugno 2009

 

"Ricostruzione leggera": contributo per le riparazioni di edifici agibili di tipo A
Ordinanza n. 3778 del 6 giugno 2009

 

Microzonazione sisimica, ricostruzione e altri interventi urgenti
Ordinanza n. 3772 del 19 maggio 2009 

 

Ripresa delle attività produttive, esenzioni autostradali e contributi per l’autonoma sistemazione
Ordinanza n. 3771 del 19 maggio 2009

 

Case in afitto
Ordinanza n. 3769 del 1 maggio 2009   

 

Adempimenti ed esenzioni fiscali nelle zone colpite dal terremoto 
Ordinanza n.3780 del 6 giugno 2009 

 

Altre soluzioni abitative per le famiglie con casa distrutta o inagibile
Ordinanza n. 3769 del 15 maggio 2009 

 

Agevolazioni per lavoratori, imprese e giovani
Ordinanza n. 3763 del 6 maggio 2009 

 

Campagna di informazione, lavoro, sanità, imposte, trasparenza nelle forniture, strumenti per accelerare gli interventi, abitazioni, Croce Rossa, commisisone di esperti, fondi.
Ordinanza n. 3757 del 21 aprile 2009

 

Nomina del Commissario delegato, contributi economici alla popolazione, vigilanza dei territori colpiti dal sisma, espropri aree per nuovi insediamenti, le risorse, gli operatori, il supporto scientifico.
Ordinanza n. 3755 del 15 aprile 2009

 

Individuazione dei comuni, lavoro, famiglie, rinegoziazione dei mutui, scuole ed università, farmaci, fornitura di energia, donazioni
Ordinanza n. 3754 del 9 aprile 2009 

 

Abitazioni e aiuti alle popolazioni, rilevazioni statiche sugli edifici, risorse per gli interventi, sospensioni fino al 31 dicembre 2009. 
Ordinanza n. 3753 del 6 aprile 2009

 

Indirizzi per l'esecuzione degli interventi di cui all'OPCM n.3779 del 6 giugno 2009. 

 

Lettera del Vice Comissario Delegato del 2 agosto 2009
Chiarimenti sulle precedure di erogazione dei contributi.  

 

Scheda riepilogativa per il rilevamento del danno

 

Fonte: Dipartimento della Protezione Civile.

 

Tags stato
Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Agosto 2009 10:41
 
Prorogato al 31 dicembre 2009 il decorso dei termini di legge PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Venerdì 14 Agosto 2009 08:35
 
Come anticipato nei giorni scorsi è stato prorogato fino al 31 dicembre il decorso dei termini di legge. Riprendiamo e pubblichiamo dal sito internet del Dipartimento della Protezione Civile.

Nei comuni colpiti dal terremoto è sospeso per altri 5 mesi - fino al 31 dicembre 2009 - il decorso dei termini per gli adempimenti contrattuali, i vaglia cambiari, le cambiali e ogni altro titolo di credito o atto con forza esecutiva previsto dal decreto legge n.39, all'art.5, comma 3 e 4, convertito nella legge n.77 il 24 giugno scorso. 
Il provvedimento riguarda chi alla data del 5 aprile 2009 risiedeva, lavorava, aveva un’attività nel cratere sismico. Lo ha stabilito l’Ordinanza n. 3799, firmata dal Presidente del Consiglio dei Ministri il 6 agosto scorso.

Nel dettaglio, questi i commi 3 e 4 dell'articolo 5 del decreto n.39, convertito nella legge n.77 il 24 giugno scorso, a cui fa riferimento l'Ordinanza:

Comma 3.
“Per i soggetti che alla data del 5 aprile 2009 erano residenti, avevano   sede   operativa   o   esercitavano  la  propria attività lavorativa, produttiva o di  funzione  nei  comuni e nei territori individuati  con  i  provvedimenti  di cui al comma 1, il decorso dei termini perentori, legali e convenzionali, sostanziali e processuali, comportanti  prescrizioni e decadenze da qualsiasi diritto, azione ed eccezione,  nonché  dei  termini per gli adempimenti contrattuali e' sospeso  dal  6  aprile 2009 al 31 luglio 2009 e riprende a decorrere dalla  fine del periodo di sospensione. E' fatta salva la facoltà di rinuncia espressa alla sospensione da parte degli interessati. Ove il decorso  abbia  inizio  durante  il  periodo di sospensione, l'inizio stesso e' differito alla fine del periodo. Sono altresì sospesi, per lo  stesso  periodo  e  nei riguardi dei medesimi soggetti, i termini relativi  ai  processi  esecutivi, escluse le procedure di esecuzione coattiva tributaria, e i termini relativi alle procedure concorsuali, nonché i   termini  di  notificazione  dei  processi  verbali,  di esecuzione  del  pagamento  in  misura  ridotta,  di  svolgimento  di attività  difensiva e per la presentazione di ricorsi amministrativi e giurisdizionali.”

Comma 4.
“Nei riguardi degli stessi soggetti di cui al comma 3, i termini di  scadenza,  ricadenti o decorrenti nel periodo che va dal 6 aprile 2009  al  31 luglio 2009, relativi a vaglia cambiari, a cambiali e ad ogni  altro  titolo  di  credito  o atto avente forza esecutiva, sono sospesi  per  lo  stesso  periodo.  La sospensione opera a favore dei debitori  ed obbligati, anche in via di regresso o di garanzia, salva la facoltà degli stessi di rinunciarvi espressamente.”

 
Fonte: Sito internet del Dipartimento della Protezione Civile. 


Tags stato
Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Agosto 2009 21:14
 
Assegni e titoli di credito. Stop fino al 31 dicembre. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Venerdì 07 Agosto 2009 21:41

Verrà prorogata fino al 31 dicembre 2009 la sospensione del pagamento degli assegni e dei titoli di credito, che scadeva il 31 luglio secondo quanto previsto dalla legge 77 (che ha convertito del decreto 39).
 
E' quanto comunicato dal Sindaco dell'Aquila Massimo Cialente a seguito di un incontro con la Protezione Civile che ha assunto l'impegno a tradurre in un impegno formale, che sarà pubblicato nei prossimi giorni, che sarà reso pubblico tra pochi giorni.
 
“Con la situazione attuale – hanno aggiunto sindaco e assessore – riattivare i titoli di credito e gli assegni avrebbe significato protestare mezza città e creare una paralisi delle attività produttive ancora superiore rispetto a quella determinata dal terremoto del 6 aprile. Ciò, anche alla luce di quanto previsto dall’ordinanza 3789, che prevede degli indennizzi per le attività produttive, che potranno dare una boccata d’ossigeno alle nostre imprese”.
 
All'incontro hanno partecipato il dott. Aiello ed il dott. Capobianco, dell’ufficio legislativo del Dipartimento della Protezione Civile.

Fonte: Ufficio stampa del Comune dell'Aquila. 
Tags comune
Ultimo aggiornamento Sabato 08 Agosto 2009 08:15
 
Seconda verifica. Chiarimenti di DI.COMA.C. sulla scadenza dei tempi per la richiesta. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Mercoledì 05 Agosto 2009 08:45

Con la circolare del 25 luglio 2009 la DI.COMA.C. ha chiarito i termini per la richiesta di un secondo sopralluogo.

 

DI.COMA.C: precisa che il termine ultimo del 25 luglio era riferito ai cittadini che entro la data del 24 luglio fossero venuti a conoscenza dell'esito del primo sopralluogo tramite comunicazione formale o pubblicazione all'albo pretorio. 

 

I cittadini che ricevono tale comunicazione dopo il 25 luglio possono presentare l'istanza entro 7 (sette) giorni dalla pubblicazione dell'esito.

 

A tale scopo, nell'istanza dovrà essere riportata la data della comunicazione o della pubblicazione, insieme ai dati necessari per garantire l'identificazione del fabbricato. Fra questi dati è particolarmente importante il numero di aggregato. L'istanza dovrà essere riferita all'edificio e non alla singola unità immobiliare.

 

Scarica la circolare. 

 

Fonte: Dipartimento della Protezione Civile - DI.COMA.C. 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 05 Agosto 2009 10:26
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 15