Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Ordinanza sindacale n. 1959 dell'1.12.2009. Alloggi del fondo immobiliare: criteri e procedure per l'assegnazione ai nuclei familiari. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Giovedì 03 Dicembre 2009 09:27

Il Sindaco dell'Aquila ha firmato in data 1 dicembre 2009, l'ordinanza n. 1959/GAB con cui vengono individuati i criteri che saranno adottati per l'assegnazione in affitto delle case messe a disposizione del fondo immobiliare. 
 
I requisiti per l'assegnazione sono quelli già applicati per gli alloggi del progetto C.A.S.E. e gli aventi diritto sono individuati, in prima istanza, tra coloro che al censimento di agosto avevano scelto come prima opzione l'alloggio in affitto. Hanno inoltre diritto i titolari di C.A.S.E. che hanno rinunciato all'assegnazione dell'appartamento per richiedere l'affitto, ma verranno inseriti in coda all'elenco, fino a concorrenza degli appartamenti disponibili. Gli eventuali esuberi saranno inseriti in una lista "in via di collocazione" per gli appartamenti del fondo che si renderanno eventualmente disponibili a partire dal 1° gennaio 2010.
 
 
Fonte: Sito internet del Comune dell'Aquila. 
 
Tags comune
Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Dicembre 2009 09:44
 
O.P.C.M. n. 3827 del 27.11.2009. Proroga per i contributi a favore delle attività produttive e non, novità per i proprietari di immobili B e C ex zona rossa ed altre novità. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Martedì 01 Dicembre 2009 17:54

Riprendiamo dal sito internet del Dipartimento della Protezione Civile e ripubblichiamo.
 

Il 27 novembre il Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, ha firmato l'ordinanza n. 3827 che stabilisce ulteriori interventi in favore del territorio abruzzese colpito dal terremoto del 6 aprile 2009.

Indennizzi per le attività produttive. E’ prorogato di 60 giorni – a partire dalla data di pubblicazione in Gazzetta ufficiale dell’Ordinanza 3827- il termine per presentare la domanda di contributo per le attività produttive che hanno subito danni economici a causa del terremoto. Il termine è prorogato per tutti gli indennizzi previsti dall'Ordinanza n.3789 del 9 luglio scorso. (art.7)

Immobili B e C ex-zona rossa. Le famiglie che dal censimento dell’1-10 agosto risultano avere la prima casa di categoria B e C in zona rossa all’Aquila e nelle frazioni del capoluogo hanno diritto, anche se non ancora assegnatarie, a un alloggio del Progetto C.A.S.E. o ad un Map - modulo abitativo provvisorio - anche se le relative abitazioni principali non risultano più far parte della zona rossa per effetto degli interventi di messa in sicurezza. L’Ordinanza stabilisce inoltre che potranno restarvi fino al termine dei lavori di riparazione delle proprie abitazioni. Le stesse famiglie dovranno presentare la domanda di contributo per la riparazione dell’immobile di proprietà o per le parti comuni dell’edificio entro 90 giorni dalla pubblicazione sull’albo pretorio del Comune competente dei provvedimenti di messa in sicurezza o del successivo esito di agibilità. (art.13)

Contratto di locazione in un immobile A, B o C. Chi era in affitto in una casa A, B, o C  e, a causa del terremoto, ha perso il contratto di locazione, ha diritto a un alloggio temporaneo o al contributo di autonoma sistemazione per una durata pari al periodo residuo non goduto, e comunque nel limite massimo di 12 mesi. (art.13)

B e C: i tempi. I lavori di riparazione degli immobili e delle parti comuni classificati B o C devono iniziare entro 7 giorni dalla comunicazione del contributo definitivo e terminare entro i tempi previsti dal preventivo di spesa allegato alla richiesta di contributo: non oltre 6 mesi per gli immobili B e 7 mesi per i C. (art.15)

Progetto C.A.S.E. Una parte della somma che spetta al Comune dell’Aquila per l’applicazione degli incentivi statali per l’uso di energie rinnovabili è destinata a coprire in parte anche le spese necessarie per la gestione e la manutenzione straordinaria degli immobili del progetto C.A.S.E.. (art.3)

È prorogato a 12 mesi, dall’immissione in possesso delle aree per il Progetto C.A.S.E.,  il termine per determinare l’indennità di provvisoria occupazione o di espropriazione (art.8).

Interventi per il Palazzo di Giustizia e la Chiesa di San Marco a L’Aquila. Il Provveditore interregionale alle opere pubbliche per il Lazio, Abruzzo e Sardegna è nominato soggetto attuatore degli interventi urgenti per il ripristino del Palazzo di Giustizia dell’Aquila, per cui è prevista la spesa di 33milioni di euro. (art.9). La Regione Veneto provvede a un’ulteriore perizia di variante per consentire un intervento più ampio e sistematico di messa in sicurezza della Chiesa di San Marco nel Comune dell’Aquila. (art.11)

Fondi. L’Ordinanza stanzia le risorse per:

  • i lavori urgenti intrapresi dal Provveditorato interregionale per le opere pubbliche per il Lazio, L’Abruzzo e la Sardegna. (art.4)
  • la sede provvisoria della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi dell’Aquila che sarà ospitata nel centro di giustizia minorile dell’Aquila . (art.5)
  • la ricostruzione dell’edificio scolastico, sede della scuola d’infanzia del Comune di Barete in provincia dell’Aquila. (art.6)
 
Fonte: Sito internet del Dipartimento della Protezione Civile.
 
Tags governo
Ultimo aggiornamento Martedì 01 Dicembre 2009 18:10
 
C.A.S.E.: Primo elenco dei nuclei a cui è stata assegnata una abitazione. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Venerdì 20 Novembre 2009 22:24

Il Comune dell'Aquila ha reso noto il primo elenco dei nuclei familiari che hanno avuto in assegnazione un alloggio del progetto C.A.S.E.
 
L'elenco riporta TUTTI gli assegnatari dal 23 settembre al 13 novembre 2009.
 
 
Fonte: Ufficio stampa del Comune dell'Aquila.
 
Tags comune
Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Novembre 2009 22:30
 
Contributo per autonoma sistemazione (CAS). On line i moduli di rinuncia. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Venerdì 20 Novembre 2009 22:08

Il comune dell'Aquila ha pubblicato due modelli per rinunciare o restituire il Contributo per Autonoma Sistemazione non dovuto.
 
Il primo specifico per coloro che hanno ottenuto l’agibilità parziale in corso d’opera (la quale, permettendo il rientro a casa, comporta la decadenza di tale beneficio).
 
 
Nel caso in cui sia già stato liquidato un contributo che si ritenga non dovuto, l’interessato può o fare a meno di ritirarlo nelle sedi della Carispaq, qualora abbia precedentemente chiesto il pagamento a mezzo tesoreria, comunicando tale sua volontà all’amministrazione comunale, servizio Assistenza e Politiche abitative, via Rocco Carabba n. 6.
 
In caso la liquidazione sia avvenuta con accredito sul conto corrente bancario, l’interessato può procedere alla restituzione del contributo non dovuto chiedendo di accreditare la somma sul conto corrente della tesoreria comunale – la Carispaq spa -, iban IT80Y0604003601000000126100.  
 
 
 
Fonte: Ufficio stampa del Comune dell'Aquila.
 
Tags comune
Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Novembre 2009 22:17
 
CARISPAQ: dal 19 novembre uno sportello dedicato alle consulenze per la riparazione e la ricostruzione degli immobili. PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Martedì 17 Novembre 2009 16:11

Da giovedì 19 novembre sarà operativo un nuovo sportello Carispaq dedicato esclusivamente alla consulenza per la riparazione e la ricostruzione degli immobili classificati B, C ed E.
 
Lo sportello sarà ubicato presso il Centro Direzionale Strinella 88 in Via Pescara 2/4 a L'Aquila,
 
Questi gli orari di apertura:
Dal lunedì al venerdì 8.30 - 13.30 / 15.00 - 17.00
Il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00.

Fonte: Ufficio stampa CARISPAQ.
 
Tags banche
Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Novembre 2009 09:37
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 15