Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
ICI sospesa per il sisma: si paga il 40% dell'imposta originaria PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Lunedì 23 Gennaio 2012 13:50

 

L’imposta comunale sugli immobili, sospesa per via del terremoto del 6 aprile 2009, potrà essere pagata con le stesse modalità agevolate previste per l’irpef, e cioè al massimo in 120 rate mensili – a partire dal mese in corso – e con una riduzione del 60%.

Lo ha reso noto l’ufficio Ici del settore Tributi del Comune dell’Aquila, che ha emanato un apposito avviso, pubblicato sul sito internet www.comune.laquila.it, nella sezione “Concorsi, gare e avvisi” e nella parte riservata al medesimo ufficio Ici.

L’ici sospesa è riferita a quella dei primi tre mesi del 2009 (dovuta, con la riduzione prevista, da tutti i proprietari di abitazioni diverse da quella principale) e a quella dovuta in caso di ripristino di agibilità – o di concessione di agibilità in corso d’opera – fino al 30 giugno 2010, termine prorogato al 20 dicembre 2011 per le persone fisiche titolari di redditi di impresa o di lavoro autonomo e per i soggetti diversi dalle persone fisiche con volume d’affari non superiori ai 200mila euro annui. Dopo quelle date, come noto, il pagamento delle imposte è ripreso regolarmente. Si ricorda, in proposito, che l’imposta è dovuta per tutti i fabbricati, le aree edificabili e i terreni non montani, eccezion fatta che per l’abitazione principale e le relative pertinenze.

Nell’avviso vengono specificate le modalità di pagamento. Se si sceglie di pagare l’imposta con il bollettino di conto corrente postale (il n. di conto è 88850946), bisognerà effettuare due distinti versamenti, indicando sul bollettino l’anno di imposta di riferimento.

 

Fonte: Ufficio stampa del Comune dell'Aquila

 

Tags comune
Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Gennaio 2012 13:52
 
Tasse automobilistiche non versate nei comuni del cratere: ecco le modalità di rimborso PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Giovedì 19 Gennaio 2012 11:54


Pubblichiamo la nota della Regione Abruzzo sul pagamento delle tasse automobilistiche sospese.

 

Si precisa che l’ammontare dovuto, a titolo di tassa automobilistica, per ciascuna annualità oggetto della sospensione, al netto dei versamenti eventualmente già eseguiti, è ridotto al 40%, come disposto dal comma 28 dell’articolo 33 della legge 12 novembre 2011, n. 183 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato. ‐ Legge di stabilità 2012‐).

I versamenti delle tasse automobilistiche regionali sospesi per le persone fisiche e per i soggetti diversi dalle persone fisiche aventi, alla data del 6 aprile 2009, domicilio fiscale nei comuni del c.d. “cratere”, individuati dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3 del 16 aprile 2009 e n. 11 del 17 luglio 2009, dovranno essere effettuati, a decorrere dal mese di gennaio 2012, in un numero di rate non superiore a 120, di eguale importo.

I versamenti dovranno essere effettuati sul conto corrente postale n. 1677 intestato a “Regione Abruzzo – Tasse Automobilistiche” indicando nella causale la targa del veicolo, il numero progressivo delle rate, e l’anno di riferimento, come stabilito dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate 44/E del 13 agosto 2010.

Non si fa luogo a rimborso di quanto eventualmente già versato, ai sensi di quanto disposto in tutti i provvedimenti di sospensione. (OPCM 3780 del 6 giugno 2009; OPCM 3837 del 30 dicembre 2009; Art. 39 D.L. 31 maggio 2010, n. 78 convertito in legge 30 luglio 2010, n. 122).

 

 

Fonte: sito web della Regione Abruzzo

 

Tags regione
Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Gennaio 2012 11:57
 
Rimborso beni mobili e traslochi: pubblicati nuovi elenchi di beneficiari PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Venerdì 23 Dicembre 2011 15:11

 

Sono in pagamento in questi giorni alcuni indennizzi per i beni mobili distrutti dal sisma e per il rimborso dei traslochi che si sono resi necessari per liberare le case danneggiate dal terremoto e che dovranno essere riparate.A ttraverso la tesoreria comunale, il settore Emergenza e Ricostruzione privata del Comune dell’Aquila sta liquidando complessivamente oltre 4 milioni e 200mila euro a oltre 1.350 beneficiari, proprietari di abitazioni classificate E e che avevano chiesto l’indennizzo per i beni mobili danneggiati dal sisma o che hanno sgomberato gli alloggi per favorire la ricostruzione delle case.

Chi, nel formulare la domanda, ha chiesto il bonifico bancario, riceverà i soldi sul conto corrente indicato. Chi ha invece optato per il pagamento per cassa, può ritirare le somme liquidate in una qualsiasi delle agenzie della Carispaq entro il 31 dicembre. Dal 2 gennaio, infatti, il tesoriere del Comune, per ragioni contabili, provvederà a convertire gli importi in assegni circolari, che potranno essere ritirati esclusivamente nella sede Carispaq di via Pescara, complesso di Strinella 88.

Gli elenchi completi dei beneficiari sono pubblicati sul sito internet www.comune.laquila.it, area “Il sisma 2009”, sezioni “Rimborso per il trasloco dei mobili” e “Indennizzo dei beni mobili danneggiati” e sono pubblicati anche su questo sito.

 

RIMBORSO BENI MOBILI

 

Scarica gli elenchi nn. 4, 5 e 6

 

RIMBORSO SPESE TRASLOCO

 

Scarica l'lenco della settima tranche

Scarica l'lenco dell'ottava tranche

 

Fonte: sito web del comune dell'Aquila

 

Tags comune
Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Dicembre 2011 15:19
 
Tasse: il testo approvato con il maxiemendamento alla legge di stabilità: PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Lunedì 14 Novembre 2011 13:29


Questo è il testo del comma 28 dell'art. 33 della legge di stabilità 2012 approvato definitivamente dalla Camera dei Deputati nella seduta del 12 novembre 2011:

 

"Per consentire il rientro dall'emergenza derivante dal sisma che ha colpito il territorio abruzzese il 6 aprile 2009, la ripresa della riscossione di cui all'articolo 39, commi 3-bis, 3-ter e 3-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, avviene, senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri accessori, mediante il pagamento in centoventi rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di gennaio 2012. L'ammontare dovuto per ciascun tributo o contributo, ovvero per ciascun carico iscritto a ruolo, oggetto delle sospensioni, al netto dei versamenti gia' eseguiti, e' ridotto al 40 per cento."

 

Legge 12 novembre 2011, n. 183

 

La legge è stata pubblicata sulla GU n. 265 del 14-11-2011  - Suppl. Ordinario n.234

 

Fonte: Sito web della Gazzetta Ufficiale

 

Tags governo
Ultimo aggiornamento Martedì 22 Novembre 2011 17:36
 
Rinvio delle tasse: firmata l'ordinanza PDF Stampa E-mail
Notizie - Adempimenti amministrativi, finanziari, bancari
Martedì 08 Novembre 2011 17:26


Come comunicato sul sito del Commissario per la ricostruzione è stata firmata l'ordinanza che prevede una ulteriore proroga della scadenza precedentemente fissata per la restituzione delle tasse sospese.

La sospensione dovrebbe coprire le popolazioni aquilane fino all'entrata in vigore della legge di stabilità.

Se ne saprà di più quando sarà resa pubblica l'ordinanza in questione.

 

Fonte: sito web del Commissario per la ricostruzione.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Novembre 2011 17:32
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 15